X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 6 giugno 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Definita l’indennità di 600 euro per i professionisti con Casse private

Rettificata la FAQ sul sito del MEF su rappresentanti e agenti di commercio che potranno accedere all’indennità dell’art. 28 del DL «Cura Italia»

/ Paola RIVETTI

Lunedì, 30 marzo 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il fine settimana appena trascorso ha segnato notevoli sviluppi sul fronte delle indennità di 600 euro introdotte dal DL “Cura Italia”.

È stato approvato il decreto interministeriale del Ministero del Lavoro che riconosce a lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle Casse previdenziali private un’indennità di 600 euro per il mese di marzo 2020. Il decreto riserva a questa categoria di autonomi 200 dei complessivi 300 milioni di euro stanziati per il Fondo per il reddito di ultima istanza, istituito dall’art. 44 del DL “Cura Italia”.

È stata anche rettificata la FAQ sul sito del MEF relativa ai rappresentanti e agli agenti di commercio. La prima versione della risposta li escludeva dall’indennità di 600 euro dell’art. 28 del DL “Cura ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU