X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 21 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Compenso massimo di 60 euro per l’assistenza sulle richieste di indennità

L’ANC diffonde il prontuario con gli onorari consigliati per il 2020. Da 250 a 500 euro per le domande di cassa integrazione

/ Savino GALLO

Sabato, 25 aprile 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Da 30 a 60 euro per l’assistenza nella richiesta delle indennità di 600 euro prevista dal decreto “Cura Italia”; da 250 a 500 euro per le richieste di cassa integrazione; fino a un massimo di 600 euro per la prima assistenza sulla richiesta di finanziamenti agli istituti di credito, sfruttando le garanzie statali previste dal decreto liquidità.

Con l’aggiornamento del proprio prontuario sugli onorari consigliati per il 2020, pubblicato nei giorni scorsi, l’ANC prova a dare una risposta alle tante domande che, soprattutto sui canali social dedicati alla categoria, si stanno ponendo in merito al compenso da chiedere ai propri clienti per i nuovi adempimenti legati a questa fase di emergenza.

Il documento, che contempla tutte le possibili attività che possono essere ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU