ACCEDI
Venerdì, 21 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Per gli utili provenienti dai paradisi fiscali permane la tassazione integrale

Disapplicazione della norma con interpello, o segnalazione sostitutiva in dichiarazione

/ Antonio MEROLA

Mercoledì, 6 maggio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’implementazione della direttiva 2016/1164/Ue, avvenuta con il DLgs. 142/2018, ha dato luogo all’ennesima modifica dei criteri per l’individuazione dei “paradisi fiscali” e delle regole di tassazione degli utili provenienti dai relativi Stati e territori. Tuttavia, nel sistema attuale l’obiettivo rimane quello di sottoporre a imposizione integrale in Italia i dividendi di fonte estera che non abbiano scontato una tassazione ordinaria nella giurisdizione di provenienza, onde evitarne un trattamento fiscale “privilegiato”.

In particolare, per quanto concerne i dividendi percepiti non in regime d’impresa da persone fisiche residenti in Italia, l’individuazione dei “paradisi fiscali” è stata affidata, sino al 31 dicembre 2014, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU