X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 14 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Irregolare fatturazione con sanzioni diversificate

/ Alice BOANO

Lunedì, 13 luglio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 21 comma 2 del DPR 633/72 definisce, mediante elencazione, il contenuto essenziale della fattura, cartacea o elettronica. La finalità della norma è, da un lato, garantire la corretta identificazione delle operazioni e, dall’altro, consentire l’espletamento delle attività di controllo e verifica da parte dell’Amministrazione finanziaria.

La Cassazione ha sottolineato che la compilazione di una fattura non redatta in conformità ai requisiti di forma e contenuto prescritti dal menzionato art. 21 fa venir meno la presunzione di veridicità di quanto in essa rappresentato e la rende inidonea a costituire titolo per il contribuente ai fini della deduzione del costo relativo (Cass. nn. 21446/2014 e 211/2018) e alla detrazione dell’IVA (Cass. nn. 29290/2018 e 23384/2017).

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU