Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 27 settembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Mandato con rappresentanza con territorialità IVA variabile

/ Maria Giulia BORSA e Emanuele GRECO

Sabato, 18 luglio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

I criteri per la determinazione della territorialità ai fini IVA delle operazioni oggetto di un contratto di mandato con rappresentanza non risultano immediatamente individuabili giacché, verificandosi in concreto una prestazione di intermediazione, si rendono applicabili le relative disposizioni che prevedono regole territoriali differenti a seconda del soggetto a cui viene resa la prestazione.

In primo luogo si ricorda che, ai sensi dell’art. 1704 c.c., il quale disciplina la fattispecie in argomento, il mandatario opera in nome e per conto del mandante con la conseguenza che gli effetti giuridici, anche ai fini IVA, delle operazioni poste in essere dallo stesso ricadono direttamente sul mandante rendendo il mandatario un soggetto “trasparente” per l’applicazione del

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU