X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 18 gennaio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dividendi e plusvalenze non imponibili per gli OICR immobiliari esteri

La riforma prevista dal Ddl. di bilancio 2021 non dovrebbe essere limitata ai soli OICR mobiliari

/ Cesare SILVANI

Martedì, 24 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 110 del Ddl. di bilancio 2021, attualmente all’esame della Camera, contiene una disposizione che mira a rimuovere la discriminazione oggi esistente tra gli organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) italiani e quelli esteri con riferimento alla tassazione dei dividendi e delle plusvalenze societarie di fonte italiana.

Mentre, infatti, gli OICR italiani non scontano imposizione su tali redditi, gli OICR esteri subiscono attualmente:
- una ritenuta a titolo d’imposta o un’imposta sostitutiva del 26% sui dividendi distribuiti da società italiane (artt. 27 comma 3 e 27-ter del DPR 600/73);
- un’imposta sostitutiva del 26% sulle plusvalenze realizzate su partecipazioni in società italiane (di fatto applicabile solo su cessioni di partecipazioni qualificate,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU