X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Nuovi servizi professionali a valore aggiunto con l’intelligenza artificiale

Le applicazioni di robotic process automation sono in grado di automatizzare con regole certe i processi routinari

/ Paolo BIANCONE, Paolo MESSINA e Silvana SECINARO

Venerdì, 26 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

 L’intelligenza artificiale può gestire interi processi ripetitivi senza l’intervento umano e creare un insieme di asset digitali che possono generare nuove opportunità di business attraverso la robotic process automation (RPA), applicazione tecnologica in grado di automatizzare con regole certe i processi routinari normalmente eseguiti dai knowledge workers.
Attraverso gli strumenti di RPA, un’azienda o uno studio professionale possono, infatti, utilizzare un robot software (o “bot”) per catturare e interpretare le applicazioni utili per elaborare transazioni, manipolare dati, innescare risposte e comunicare con altri sistemi digitali.
Le applicazioni di RPA automatizzano processi semplici, quali ad esempio la generazione di una risposta automatica a una e-mail, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU