X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LETTERE

La procedura dell’INPS riguardo allo SPID è impeccabile

Lunedì, 23 agosto 2021

x
STAMPA

Gentile Redazione,
mi inserisco nella discussione del collega Graziano Taramasso (si veda “Sulla delega all’identità digitale INPS fuori dalla realtà”): se lo SPID quale strumento amministrativo presuppone l’accertamento dell’identità personale, se lo SPID è reso obbligatorio da disposizioni sovraordinate rispetto a norme interne all’INPS, anche la delega non può che passare per l’accertamento dell’identità personale. Per cui la procedura dell’INPS la trovo impeccabile (oltre che meritevole quale iniziativa sperando che si diffonda presso altri enti). Altro discorso è non prevedere la possibilità di rilasciare le deleghe anche con modalità di accertamento a distanza, ma questo sarebbe un altro aspetto; come altrettanto diverso sarebbe l’argomento della delega a professionisti abilitati, di nostro maggior interesse.


Renato Franco Rossi
Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vasto


TORNA SU