X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Acquisto di proprie azioni con autorizzazione dei soci

/ Maurizio MEOLI

Mercoledì, 8 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Fino alle modifiche apportate dall’art. 1 comma 4 del DLgs. 142/2008, l’attività di assistenza finanziaria funzionale all’acquisto delle azioni proprie, ex art. 2358 c.c., era sempre e comunque contraria alla legge. Oggi, invece, è illegittima solo qualora non vengano rispettate le condizioni previste, a partire dalla preventiva autorizzazione dell’assemblea straordinaria.

Secondo la prevalente giurisprudenza, la conseguenza giuridica della violazione di tale disciplina sarebbe la nullità dell’operazione unitariamente considerata, ovvero, sia del contratto di finanziamento che degli acquisti o sottoscrizioni delle azioni (così, tra le altre, Trib. Padova 16 luglio 2020, Trib. Treviso 4 maggio 2020 e Trib. Venezia 29 aprile 2016, con particolare riguardo alle c.d.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU