X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Obbligo di sicurezza esteso anche in caso di somministrazione irregolare

In tale ipotesi si costituisce un rapporto di lavoro alle dipendenze dell’utilizzatore, con effetto dall’inizio della somministrazione

/ Luca MAMONE

Venerdì, 10 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza n. 24408, depositata ieri, la Cassazione ha affermato che nell’ipotesi di somministrazione irregolare, l’obbligo di tutela delle condizioni di lavoro, previsto in primis dall’art. 2087 c.c., trova applicazione nei confronti dell’impresa utilizzatrice.

Il caso di specie riguarda la morte di un lavoratore avvenuta nel corso di un attentato terroristico in Algeria. Il lavoratore, per il tramite di una società di recruiting, prestava la propria attività presso una società operante nel settore energetico, impegnata in un sito estrattivo gestito da una joint venture.

Dopo aver ottenuto in primo grado il riconoscimento di un rapporto di lavoro subordinato fra il lavoratore e la società utilizzatrice, e di condanna di quest’ultima al risarcimento dei danni

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU