X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 21 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Non elusiva la fusione che riduce la catena societaria

Si tratta di un’operazione che risponde alla finalità di miglioramento strutturale o funzionale delle imprese

/ Salvatore SANNA

Sabato, 20 novembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’ordinanza n. 35398, depositata ieri, la Corte di Cassazione ha considerato non passibile di abuso del diritto un’operazione di fusione ex art. 172 del TUIR nella quale una società per azioni ha incorporato un’altra spa e due società di persone commerciali (una snc e una sas), le cui compagini sociali risultavano riconducibili a quella dell’incorporante.

Nel caso di specie, l’Agenzia delle Entrate, sul presupposto che tale operazione straordinaria mancasse di valide ragioni economiche e che perseguisse esclusivamente finalità elusive, consistenti nell’evitare l’imposizione sulle plusvalenze latenti che sarebbero conseguite alla formale liquidazione delle due società di persone, ha disconosciuto l’operazione e accertato le plusvalenze patrimoniali ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU