X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 27 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dal 2022 capital gain senza rivalutazione

Regole ordinarie per le cessioni di partecipazioni e terreni, in assenza della riapertura della rideterminazione del costo o valore di acquisto

/ Gianluca ODETTO

Lunedì, 10 gennaio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

“All’articolo 2, comma 2, del decreto-legge 24 dicembre 2002, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2003, n. 27, al primo periodo, le parole: «1° gennaio …» sono sostituite dalle seguenti: «1° gennaio … »” è stato uno dei leitmotiv delle leggi finanziarie degli ultimi 20 anni: con questa criptica formulazione il legislatore ha, ripetutamente, riaperto le disposizioni in tema di rideterminazione del costo o valore di acquisto delle partecipazioni non quotate e dei terreni, consentendo la cessione di tali beni con una fiscalità di molto inferiore a quella standard, pur se negli ultimi anni si è assistito a un incremento significativo delle aliquote delle imposte sostitutive.

Né l’ultima legge di bilancio (L. 234/2021), né il DL “Milleproroghe” ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU