ACCEDI
Domenica, 26 maggio 2024

IMPRESA

Risanamento nella composizione negoziata dai contorni incerti

Da comprendere se si riferisca alla sola continuità aziendale o anche a ipotesi di riassetto solo finanziario, cui consegua la cessazione dell’azienda

/ Tommaso NIGRO

Lunedì, 19 febbraio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’istituto della composizione negoziata trova il suo fondamento nella disposizione recata all’art. 12 del DLgs. 14/2019 (CCII) a mente del quale l’imprenditore commerciale e agricolo, al fine di garantire la soluzione della sua crisi, può chiedere la nomina di un esperto alla duplice condizione che l’impresa si trovi in condizioni di squilibrio patrimoniale o economico-finanziario che ne rendono probabile la crisi o l’insolvenza e che risulti ragionevolmente perseguibile il risanamento dell’impresa.

La declinazione del secondo requisito, ovvero quello del “risanamento”, impone un’importante riflessione per comprendere se esso, in un contesto di norma caratterizzata da diverse lacune e, purtroppo, ancora troppo giovane, debba necessariamente ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU