X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 gennaio 2020

FISCO

Costi di transazione su finanziamenti rilevati al valore nominale senza limiti alla deducibilità

I componenti di reddito in esame non sono qualificati fiscalmente come interessi passivi

/ Silvia LATORRACA

Giovedì, 16 gennaio 2020

La norma di comportamento n. 207/2020 dell’Associazione italiana dottori commercialisti ed esperti contabili ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale, in ambito IRES e IRAP, dei costi di transazione su finanziamenti rilevati al valore nominale.

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 2426 comma 1 n. 8 c.c. (come sostituito dal DLgs. 139/2015 con effetto sui bilanci relativi agli esercizi finanziari aventi inizio a partire dal 1° gennaio 2016), i debiti sono rilevati in bilancio secondo il criterio del costo ammortizzato.
Conseguentemente, i relativi costi di transazione sono inclusi nel calcolo del costo ammortizzato e ammortizzati lungo la durata attesa del debito (OIC 19).

L’utilizzo del criterio del costo ammortizzato è obbligatorio per le sole società di grandi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU