X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 18 giugno 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Da attuare anche in Italia il modello del «fallimento preconfezionato»

Un custode giudiziario a tutela della gestione conservativa dell’azienda prima del fallimento

/ Alessandro BAUDINO e Roberto FRASCINELLI

Venerdì, 11 giugno 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La proposta di legge avanzata sin dal maggio 2020 dal Centro crisi dell’Università di Torino e dall’ODCEC di Torino, con il Patrocino dell’Ordine degli avvocati di Torino, volta a facilitare l’accesso delle imprese in crisi a forme di concordato al di fuori delle aule dei tribunali, è rimasta lettera morta.

Per fronteggiare le istanze delle imprese in default, si rende necessario avvalersi degli strumenti normativi vigenti, interpretandoli e applicandoli in chiave evolutiva, secondo i principi della Direttiva 1023/2019 Ue, al fine di superare i numerosi ostacoli che influiscono sull’inserimento rapido ed efficace sul mercato delle aziende delle società assoggettate a procedure concorsuali.

Un modello è rappresentato dal protocollo elaborato da alcuni tribunali spagnoli, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU