X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 21 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Problematico sostituire i lavoratori assenti per mancanza del green pass

L’utilizzo dei lavoratori in forza deve essere attuato nel rispetto della normativa sull’orario di lavoro

/ Viviana CHERCHI

Lunedì, 29 novembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’introduzione dell’obbligo del green pass nei luoghi di lavoro da parte del DL 127/2021 (conv. L. 165/2021) ha importanti ripercussioni sull’organizzazione del lavoro.

Si ricorda, al riguardo, che a partire dal 15 ottobre 2021 – e fino al 31 dicembre 2021 (data, attuale, di cessazione dello stato di emergenza) – tutti i datori di lavori sono tenuti a verificare il possesso del green pass da parte del personale, a prescindere dalla tipologia del rapporto di lavoro svolto, al fine dell’accesso nei luoghi di lavoro. I lavoratori privi del green pass sono considerati assenti ingiustificati fino alla presentazione della predetta certificazione e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2021, senza subire conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU