X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 21 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

PAGINA AUTORE

Viviana CHERCHI

LAVORO & PREVIDENZA 21 agosto 2019

Legittimo il trasferimento del dipendente da clausola di gradimento

Nell’ambito del rapporto di lavoro subordinato, il lavoratore può essere soggetto al mutamento della propria sede di lavoro, in base al potere direttivo che l’art. 2086 c.c. conferisce al datore di lavoro nel rispetto, tuttavia, dei limiti previsti ...

LAVORO & PREVIDENZA 14 agosto 2019

Lo straining non richiede la continuità delle azioni vessatorie sul lavoro

L’insieme di comportamenti che si verificano nell’ambiente lavorativo e caratterizzati da vessazioni a danno del lavoratore è un fenomeno vasto e ormai ampiamente indagato, in dottrina e in giurisprudenza, nelle sue diverse sfaccettature. Il dato ...

LAVORO & PREVIDENZA 30 luglio 2019

Il carattere continuativo e unitario qualifica l’appalto di servizi di trasporto

Con la pronuncia n. 20413 depositata ieri, la Suprema Corte affronta la questione della distinzione tra il contratto di trasporto e il più ampio appalto di servizi di trasporto. Le due tipologie contrattuali non risultano sempre di agevole ...

LAVORO & PREVIDENZA 26 giugno 2019

Inoppugnabilità delle conciliazioni in sede sindacale a certe condizioni

La conciliazione rappresenta, spesso, un valido strumento di risoluzione delle vertenze in materia di lavoro. Si ricorda come l’art. 2113 c.c., nell’ottica di proteggere la parte contrattuale più debole, imponga limiti alla facoltà di disposizione ...

LAVORO & PREVIDENZA 12 giugno 2019

Indennità per licenziamento illegittimo in crescita con la discrezionalità

Con la sentenza n. 194 dell’8 novembre 2018, la Corte Costituzionale ha indubbiamente inciso sul sistema di tutele del licenziamento previste dal DLgs. 23/2015 (c.d. Jobs Act) per i lavoratori assunti dopo il 7 marzo 2015, caratterizzato da un ...

LAVORO & PREVIDENZA 3 giugno 2019

La critica al datore sui social non sempre è giusta causa di licenziamento

Sempre più frequentemente i social network vengono utilizzati anche per esternare opinioni e commenti in merito alla propria attività lavorativa. L’utilizzo di tali piattaforme (facebook, Twitter, ecc.) può così incidere sul rapporto di lavoro. ...

LAVORO & PREVIDENZA 27 maggio 2019

Deroga ai vincoli sui contratti a termine con la contrattazione di prossimità

Le recenti modifiche alla normativa sul contratto a tempo determinato – DL n. 87/2018 (c.d. decreto dignità) conv. L. n. 96/2018 – hanno apportato numerosi vincoli all’utilizzo di questo istituto, segnando un’inversione di tendenza rispetto al ...

LAVORO & PREVIDENZA 20 maggio 2019

Giurisprudenza dei Paesi europei divisa sull’inquadramento dei rider

L’utilizzo di piattaforme digitali che fungono da intermediari tra domanda e offerta di lavoro è diventato sempre più diffuso negli ultimi anni. La rapida crescita del fenomeno ha sollevato, prima all’estero e poi in Italia, un ampio dibattito circa ...

LAVORO & PREVIDENZA 8 maggio 2019

Prescrizione su prestazioni INAIL sospesa per la durata della liquidazione

Nella sentenza n. 11928, depositata ieri, le Sezioni Unite della Suprema Corte sono intervenute per dirimere un contrasto giurisprudenziale in tema di sospensione della prescrizione dell’azione del lavoratore per il conseguimento delle prestazioni a ...

LAVORO & PREVIDENZA 17 aprile 2019

Assenza per infortunio non imputabile al lavoratore fuori dal comporto

Nella sentenza n. 10572, depositata ieri, la Suprema Corte affronta la questione del licenziamento per superamento del periodo di comporto. Si ricorda che in base a quanto disposto dall’art. 2110 c.c., in caso di malattia, di infortunio, ...

1 2 3 ... 5 >

TORNA SU