ACCEDI
Mercoledì, 29 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

L’assenza di informazioni ai consiglieri costituisce un segnale d’allarme

La Cassazione ribadisce la centralità di una reazione tempestiva degli amministratori non esecutivi rispetto a situazioni problematiche

/ Maurizio MEOLI

Martedì, 23 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione, nell’ordinanza n. 10739, depositata ieri, ha stabilito che gli amministratori non operativi sono solidalmente responsabili degli indebiti prelievi dell’amministratore delegato quando, a fronte di segnali d’allarme emersi nel periodo di svolgimento dell’incarico, come la mancata trasmissione delle informative periodiche dovute, non sollecitano l’amministratore delegato stesso a fornirle, chiedendo, in particolare, chiarimenti circa l’operatività del conto corrente della società e le operazioni bancarie compiute.

Infatti, l’amministratore non operativo di una società di capitali che abbia già conosciuto (o che, comportandosi diligentemente, avrebbe dovuto conoscere) un fatto pregiudizievole che l’amministratore delegato abbia ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU