ACCEDI
Martedì, 28 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Licenziamento valido se contenuto nel verbale di conciliazione

Per i licenziamenti economici non si impone che il licenziamento sia comunicato in un contesto distinto dal verbale ex art. 7 della L. 604/66

/ Giada GIANOLA

Martedì, 23 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Rispetta la forma scritta prescritta dalla legge per il licenziamento la verbalizzazione della volontà del datore di lavoro di recedere dal rapporto a seguito del fallimento della conciliazione di cui all’art. 7 della L. 604/66, con sottoscrizione del verbale da parte di entrambe le parti.
Il principio è stato affermato dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 10734 pubblicata ieri, 22 aprile 2024: il caso riguardava un datore di lavoro che aveva espresso la volontà di licenziare la lavoratrice dinanzi alla commissione di conciliazione; dopo che il tentativo di conciliazione era fallito, tale volontà era stata verbalizzata e il verbale era stato sottoscritto da entrambe le parti.

In sede di appello, la decisione di primo grado con cui era stato ritenuto che il licenziamento così ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU