ACCEDI
Mercoledì, 19 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dilazione per la definizione al terzo delle sanzioni

Novità applicabili per le violazioni commesse dal 1° settembre 2024

/ Alfio CISSELLO

Venerdì, 24 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

È all’ordine del giorno del Consiglio dei Ministri di oggi, per il via libera definitivo, il decreto di riforma delle sanzioni amministrative tributarie attuativo della L. 111/2023.
Salvo alcune modifiche anche di rilievo, viene confermato in gran parte il testo approvato dal Governo in esame preliminare.

Nel complesso le sanzioni vengono abbassate e rese maggiormente compatibili con il principio di proporzionalità. Così, per fare un esempio, l’infedele dichiarazione non avrà più una forbice edittale dal 90% al 180% delle imposte, ma una sanzione “fissa” del 70%.
Purtroppo, esigenze di salvaguardia delle pubbliche finanze hanno impedito il tanto atteso dietrofront sulla inapplicabilità del favor rei. Tutte le nuove disposizioni (salvo quelle penali) operano per le violazioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU