X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Sulla territorialità IVA niente sanzioni fino al 19 febbraio 2010

La circolare ABI n. 7 del 2 aprile 2010 analizza la nuova disciplina della territorialità IVA

/ Sandro CERATO

Mercoledì, 7 aprile 2010

x
STAMPA

Con la Circolare n. 7 del 2 aprile 2010, l’ABI interviene in merito alle novità previste in materia di territorialità delle prestazioni di servizi, sancite dal D.Lgs. n. 11/2010, a seguito del recepimento della direttiva 2008/8.

Il primo aspetto su cui si sofferma l’ABI è relativo all’entrata in vigore delle nuove disposizioni. La questione, in particolare, attiene al ritardo nel recepimento della direttiva da parte del legislatore nazionale, avvenuta solo il 18 febbraio 2010, ed entrata in vigore il 20 febbraio successivo. Tuttavia, prima la C.M. n. 58/E/2009, ancorandosi al principio della immediata applicabilità delle direttive cd. “self executive” (ossia direttamente applicabili in quanto sufficientemente dettagliate) e poi l’art. 5 del DLgs. n. 11/2010, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU