X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 21 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Possibile miglioramento dell’economia europea al traino della Germania

Le quotazioni dell’euro sono poi sostenute dall’aumento della probabilità di una nuova manovra di allentamento monetario da parte della Fed

/ Stefano PIGNATELLI e Luigi FASCIANO

Mercoledì, 9 maggio 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

I meccanismi fiscali introdotti negli Usa nel 2011 entreranno in vigore dall’inizio del 2013, e cioè, vista la loro impopolarità, dopo le elezioni di novembre. Restrizione fiscale e possibilità di un nuovo scontro politico sul limite legale del debito pubblico potrebbero frenare leggermente la dinamica della crescita negli Usa il prossimo anno; se le previsioni di consenso sono per un PIL del 2,3% circa per il 2012, il 2013 potrebbe attestarsi su livelli inferiori. La Fed, nel corso dell’estate, considererà l’opzione di una nuova manovra di quantitative easing (allentamento monetario, cioè la Fed acquista titoli governativi aumentando l’offerta di dollari). La sua politica monetaria rimarrà accomodante con tassi a livello eccezionalmente basso fino alla fine del 2014 ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU