X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Obbligo di comunicazione anche per i finanziamenti «ricevuti» dai soci

Dopo la circolare n. 25/2012 dell’Agenzia delle Entrate, restano molti aspetti critici che meriterebbero un nuovo intervento di prassi

/ Sandro CERATO

Sabato, 8 settembre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’ambito delle disposizioni normative che disciplinano le conseguenze fiscali in caso di assegnazione in godimento ai soci o familiari di beni dell’impresa (art. 2, commi da 36-terdecies a 36-duodevicies, del DL n. 138/2011), particolare rilievo assume la posizione dell’Agenzia delle Entrate, espressa sia nel provvedimento direttoriale n. 166485 del 16 novembre 2011, sia nella successiva circolare n. 25 del 19 giugno 2012, secondo cui, nella comunicazione da inviare all’Amministrazione finanziaria (la prima scadenza, come noto, è fissata per il prossimo 15 ottobre 2012), devono essere indicati anche i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuate nei confronti della società da parte dei soci.

Riguardo a tale obbligo, in realtà, non si rinviene alcunché nelle disposizioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU