X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

IL CASO DEL GIORNO

Rebus sanzioni per gli acquisti intracomunitari non «regolarizzati»

/ Alfio CISSELLO e Marco PEIROLO

Lunedì, 29 ottobre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il sistema sanzionatorio fiscale contempla, come conseguenza delle irregolarità commesse dal cedente, una specifica responsabilità del cessionario, il quale, entro determinati limiti, deve attivarsi per regolarizzare l’operazione: ciò avviene, comunemente, nei casi di omessa fatturazione o di irregolare fatturazione.

La norma di riferimento è chiaramente l’art. 6, comma 8, del DLgs. 471/97, ove è stabilito che, se il cessionario non provvede, entro un tempo predeterminato (nello specifico, trenta giorni decorrenti dal decorso del quarto mese successivo alla data di effettuazione dell’operazione nell’ipotesi di omessa fatturazione o trenta giorni decorrenti dal giorno di registrazione della medesima nel caso di fatturazione irregolare), alla regolarizzazione del tutto, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU