X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 30 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Nella fase di final, revisore alla ricerca delle passività non registrate

/ Stefano DE ROSA

Sabato, 2 febbraio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Durante l’intervento tra la chiusura e la presentazione del bilancio (fase di final), il revisore svolge le cosiddette verifiche di sostanza, vale a dire quelle analisi condotte sulla base della documentazione messa a disposizione dal cliente ovvero ottenuta da soggetti terzi. L’estensione del lavoro in tale ambito è inversamente proporzionale al grado di affidabilità attribuito dal revisore al sistema di controllo interno in essere presso il cliente.

Con riguardo alla voce debiti verso fornitori, assumono particolare rilevanza le procedure svolte per individuare l’eventuale esistenza di passività non registrate nel periodo in esame. A tal fine, il revisore deve innanzitutto acquisire il dettaglio del conto “fatture da ricevere” alla data di bilancio, dal quale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU