X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

FISCO

L’autotutela non può rimediare all’omessa impugnazione

Il ricorso contro il diniego è ammissibile, ma il sindacato può esercitarsi solo sulla legittimità del rifiuto e non sulla fondatezza della pretesa

/ Alessandro BORGOGLIO

Martedì, 9 luglio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza n. 13 del 7 maggio 2013, la C.T. Reg. di Aosta ha nuovamente affrontato la questione dell’impugnabilità del diniego di autotutela opposto dal Fisco, in presenza di accertamento divenuto definitivo per mancata impugnazione. I giudici regionali, però, dopo aver condiviso i principi statuti dalla Cassazione, sembrano essersene discostati nella decisione finale.

Il caso attiene ad uno studente privo di reddito che aveva acquistato un’autovettura con le disponibilità finanziarie dei genitori. L’Agenzia delle Entrate sottoponeva ad accertamento sintetico il giovane, rilevando, appunto, l’incremento patrimoniale costituito dall’acquisto di tale automezzo e l’assenza di reddito. Veniva notificato, quindi, il relativo atto impositivo, che, però, lo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU