ACCEDI
Sabato, 13 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Finanziamenti soci aperti ad ogni mezzo di prova

Secondo Assonime, la presunzione di onerosità del mutuo può essere superata anche in assenza dell’indicazione di infruttuosità nei libri sociali

/ Salvatore SANNA

Martedì, 24 settembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’approfondimento Assonime n. 11/2013 è intervenuto in merito all’imposizione diretta relativa ai finanziamenti e versamenti dei soci effettuati a favore della società.

L’analisi muove dal disposto dell’art. 46 del TUIR, che prevede una presunzione di dazione a mutuo delle somme erogate dal socio alla società ove dalle scritture contabili non risulti un diverso titolo. Secondo la norma, tale presunzione può essere superata solo attraverso l’indicazione di un titolo diverso (dal mutuo) dell’erogazione operata nei bilanci o nei rendiconti della società.

A questa disposizione, si affianca poi l’art. 45, comma 2 del TUIR, che pone una serie di presunzioni, ossia che gli interessi:
- si presumano percepiti alle scadenze e nella misura pattuita per iscritto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU