X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Vendita della quota di srl data in pegno anche con esecuzione privata

È quanto precisato dal Consiglio Nazionale del Notariato circa l’applicazione dell’art. 2797 c.c.

/ Roberta VITALE

Giovedì, 3 ottobre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con lo studio n. 24-2012/E, pubblicato di recente dal Consiglio Nazionale del Notariato, sono state approfondite alcune questioni relative alla “Vendita delle cose date in pegno”.
In particolare, oggetto dello studio dei notai è la modalità liquidativa prevista dall’art. 2797 c.c., che disciplina l’esecuzione c.d.privata” volta a soddisfare la pretesa economica del creditore, mediante la mera monetizzazione del bene del debitore, purché sia già in detenzione del creditore stesso. Il creditore procede alla vendita senza alcuna autorizzazione da parte dell’autorità giudiziaria, la vendita infatti si svolge a cura e ad istanza del creditore che, all’esito della monetizzazione dei beni dati in pegno, può trattenere il netto dal ricavato della liquidazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU