X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Corretta competenza anche senza dichiarazione integrativa

Variazione extracontabile possibile se l’errore è rilevato nell’esercizio che segue quello di competenza fiscale, ma prima di presentare la dichiarazione

/ Elena SPAGNOL

Lunedì, 7 ottobre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la circolare 31 del 24 settembre 2013, l’Agenzia delle Entrate ha introdotto l’importante concetto secondo cui il principio della previa imputazione a Conto economico è rispettato anche se un componente reddituale è contabilizzato in un esercizio successivo a quello di competenza. Le conclusioni della circolare permettono di risolvere, sotto il profilo fiscale, i tipici problemi di competenza, conseguenza delle sempre più ristrette tempistiche per la chiusura dei bilanci, e permettono di comprendere il diverso trattamento fiscale da riservare alle differenze di accertamento e agli errori di bilancio.

Con riferimento alle differenze di accertamento, occorre ricordare che il processo di formazione del bilancio è essenzialmente un processo di stima, da operarsi attraverso la razionale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU