X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per le holding di famiglia, invio delle movimentazioni al Fisco «in salita»

La prima scadenza per la comunicazione, in relazione al 2011, è domani, ma la procedura richiede tempi lunghi e un’organizzazione complessa

/ Lelio CACCIAPAGLIA e Roberto PROTANI

Mercoledì, 30 ottobre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Entro il 31 ottobre, ossia domani, le c.d. “holding di partecipazione” devono comunicare all’Anagrafe tributaria le movimentazioni poste in essere con le proprie partecipate.

Come ricordato su Eutekne.info, infatti (si veda “Scade il 31 ottobre il termine per le comunicazioni finanziarie” del 29 ottobre), l’art. 11 del DL 201/2011 ha introdotto l’obbligo per gli operatori finanziari (tra cui rientrano anche le holding) di comunicare periodicamente all’Anagrafe tributaria il contenuto, in forma aggregata, delle movimentazioni poste in essere con le società partecipate. L’art. 12 del DM 29/2009 e l’art. 10, comma 10 del DLgs. 141/2010 stabiliscono che il requisito della “prevalenza” dell’attività di assunzione di partecipazioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU