X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nel redditometro preclusioni probatorie limitate

Operano solo se, con il questionario, il Fisco richiede espressamente al contribuente determinati documenti che giustifichino il reddito accertabile

/ Alessandro BORGOGLIO

Venerdì, 11 aprile 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La recentissima sentenza 7978/2014 della Cassazione fornisce l’occasione per svolgere alcune considerazioni in materia di preclusioni probatorie a seguito di mancata allegazione dei documenti richiesti dal Fisco col questionario, tema che torna oggi di grande attualità soprattutto in riferimento agli accertamenti da redditometro, per i quali lo step del questionario costituisce un’ineludibile e fondamentale fase istruttoria.

Per inquadrare normativamente la fattispecie, occorre premettere che, ai sensi dell’art. 32, comma 1 del DPR 600/1973 e, ai fini dell’IVA, dell’art. 51, comma 2 del DPR 633/1972, gli Uffici possono notificare ai contribuenti varie richieste, tra cui quella di trasmettere atti o documenti fiscalmente rilevanti, oppure quella di compilare, sottoscrivere ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU