X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

IMPRESA

Per l’attestatore del piano di risanamento, limitato l’utilizzo del lavoro di terzi

La collaborazione con il revisore legale è opportuna, ma non agevole

/ Michele BANA

Lunedì, 16 giugno 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La bozza per commenti dei “Principi di attestazione dei piani di risanamento” si occupa, tra l’altro, dell’utilizzo del lavoro di terzi nell’accertamento della veridicità dei dati aziendali, premettendo che il professionista incaricato deve verificare la possibilità e le modalità di impiego dei documenti e delle informazioni derivanti dal sistema di internal audit o da altri revisori, considerando altresì le criticità relative ai tempi per il rilascio dell’asseverazione.

A questo proposito, è precisato che – pur tenendo conto della diversa finalità della revisione legale rispetto alla verifica della base dati contabile dell’attestatore – la collaborazione con i revisori è auspicabile, nell’interesse dell’azienda, al fine di consentire un ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU