ACCEDI
Lunedì, 4 marzo 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Codice di autodisciplina delle quotate con «principi» derogabili

La circ. Assonime n. 25 commenta la Raccomandazione della Commissione europea n. 208/2014 sulla qualità dell’informativa sul governo societario

/ Maurizio MEOLI

Martedì, 29 luglio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La derogabilità dei principi del codice di autodisciplina delle società quotate non contrasta con la Raccomandazione europea 2014/208/UE. A precisarlo è Assonime nella circolare 28 luglio 2014 n. 25.

La citata Raccomandazione ha come obiettivo quello di fornire un orientamento agli Stati membri, agli organismi per i codici nazionali di governo societario, alle società e agli altri portatori d’interesse, al fine di migliorare la qualità generale delle relazioni sul governo societario pubblicate dalle società e, in particolare, la qualità delle spiegazioni esibite dalle società in caso di deroga alle raccomandazioni del codice di governo societario applicabile. Quindi, da un lato, “raccomanda” alle società di riferire sul modo in cui hanno applicato le raccomandazioni contenute ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU