Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 5 febbraio 2023

FISCO

Il nuovo ravvedimento alla prova del contenzioso

Dubbi sulla capacità dell’istituto, come ridisegnato dal Ddl. di stabilità, di realizzare un’efficace azione di deflazione

/ Alberto TRABUCCHI e Lorenzo TRINCHERA

Giovedì, 4 dicembre 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel disegno di legge di stabilità 2015, attualmente all’esame del Senato, è prevista una rimodulazione dell’istituto del ravvedimento operoso che, in buona sostanza, dovrebbe consentire al contribuente di sanare eventuali irregolarità con il Fisco anche al di là dei termini attualmente previsti e fino all’emissione di un atto di accertamento, aprendo molto opportunamente nuovi spazi per una migliore cooperazione fiscale tra contribuenti e Fisco.

Senza voler sconfessare la positiva inversione di rotta che tale misura sembrerebbe inaugurare nei rapporti con il Fisco, sono già state segnalate su Eutekne.info (si veda “Per i versamenti «nuovo» ravvedimento mal formulato” del 17 ottobre 2014) alcune difficoltà applicative che potrebbero derivarne, legate in massima parte ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU