X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

LAVORO & PREVIDENZA

Dal 2015, operativa la presunzione contro le false partite IVA

Il meccanismo introdotto dalla L. 92/2012 è pienamente applicabile

/ Francesca TOSCO

Lunedì, 19 gennaio 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

Tra le novità 2015 in materia di lavoro, ve ne sono alcune che derivano da disposizioni che, pur emanate negli anni scorsi, solo da quest’anno possono considerarsi definitivamente operative.

È il caso della presunzione per il contrasto delle “false partite IVAex L. 92/2012, pienamente utilizzabile solo dal 1° gennaio 2015: è, infatti, solo da questa data che tutti gli indici necessari per far scattare il meccanismo presuntivo sono divenuti concretamente verificabili dagli ispettori. Come si ricorderà, la legge citata:
- ha lasciato inalterati i generali criteri di qualificazione dei rapporti di lavoro e, quindi, la possibilità di ricondurre le prestazioni rese da titolari di partita IVA nell’alveo della collaborazione coordinata e continuativa o del lavoro subordinato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU