X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Salvi dal transfer pricing i finanziamenti infruttiferi intercompany

In assenza di altri elementi, tali operazioni non possono nemmeno costituire abuso di diritto

/ Alessandro BORGOGLIO

Lunedì, 19 gennaio 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

La concessione di un mutuo a titolo gratuito da parte della controllante italiana ad una società controllata estera, con obbligo di restituzione della somma data in prestito, non può assumere alcun rilievo ai fini del transfer pricing che, in tal caso, non può trovare applicazione; né, d’altro canto, tale operazione può costituire un abuso di diritto, in assenza di altri elementi convergenti in tal senso.
È quanto stabilito, in sintesi, dalla Cassazione, con l’interessante sentenza n. 27087/2014.

La pronuncia ha il pregio di analizzare, in riferimento ad una medesima operazione – il finanziamento infruttifero di una società italiana ad un’altra società estera dello stesso gruppo – il suo eventuale profilo elusivo, sia in termini di abuso di diritto che di manipolazione sui prezzi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU