ACCEDI
Lunedì, 4 marzo 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Emissione di fatture false, basta il pericolo

Per più emissioni nello stesso periodo d’imposta il reato si considera unitario e consumato alla data dell’ultima fattura, con riflessi sulla prescrizione

/ Maurizio MEOLI

Giovedì, 29 gennaio 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il delitto di emissione di fatture relative ad operazioni inesistenti è reato di pericolo astratto che si perfeziona nel momento dell’emissione della fattura prescindendo dall’effettiva utilizzazione della stessa e dall’effettivo conseguimento di un’evasione d’imposta. In caso di emissione di una pluralità di fatture false nel corso del medesimo periodo d’imposta, peraltro, il reato è considerato in modo unitario; circostanza che si ripercuote sul momento di decorrenza del termine di prescrizione, che deve essere individuato in quello di emissione dell’ultima fattura emessa. Sono queste le precisazioni rese dalla sentenza n. 3918 della Cassazione depositata ieri.

Ai sensi dell’art. 8 comma 1 del DLgs. 74/2000, è punito con la reclusione da un anno ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU