ACCEDI
Sabato, 13 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Illegittimo l’eventuale disconoscimento della voluntary disclosure

È in capo al Fisco l’onere di determinare correttamente le imposte dovute per gli anni oggetto di collaborazione volontaria

/ Alfio CISSELLO

Giovedì, 5 febbraio 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

La formulazione normativa e le istruzioni al modello di richiesta di accesso alla voluntary disclosure inducono a ritenere che l’attivazione della procedura internazionale richieda anche la definizione di eventuali violazione interne.
La questione si presenta delicata sotto diversi profili, posto che si tratterebbe di fare una sorta di audit fiscale del contribuente, particolarmente lungo e difficoltoso se questo ha esercitato attività di lavoro autonomo o d’impresa.
Sarebbe poi sufficiente una contestazione sulla competenza o sull’inerenza per rendere potenzialmente incompleta l’emersione. 

Già in un precedente intervento (si veda “Da chiarire gli effetti tombali della voluntary «interna»” del 10 dicembre 2014) ci eravamo interrogati sulla possibilità ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU