ACCEDI
Domenica, 23 giugno 2024

IL CASO DEL GIORNO

Conclusione dell’affare momento impositivo delle intermediazioni estere

/ Mirco GAZZERA

Giovedì, 3 marzo 2016

x
STAMPA

download PDF download PDF

Numerose imprese italiane, anche sfruttando le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, stanno cercando di sopperire alla debolezza della domanda interna offrendo i propri beni e servizi sui mercati europei e mondiali. La realizzazione del citato obiettivo di internazionalizzazione può essere favorita dalla presenza di agenti stabiliti al di fuori del territorio nazionale. Una risorsa locale, infatti, può permettere all’impresa sia di meglio comprendere le peculiarità dello specifico mercato straniero, sia di favorire la conclusione degli affari grazie al rapporto commerciale intrattenuto fra connazionali.

Si pone, pertanto, il problema del trattamento ai fini IVA delle prestazioni d’intermediazione ricevute. Nel caso di attività d’agenzia effettuata all’estero a favore ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU