X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 1 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Niente adempimento collaborativo se il rischio fiscale rilevante non è indicato

L’Amministrazione finanziaria detta le linee guida per l’accesso al regime opzionale disciplinato dal DLgs. 128/2015

/ Gianpaolo VALENTE

Sabato, 27 maggio 2017

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato ieri il provvedimento n. 101573 con il quale ha dettato ulteriori disposizioni attuative in materia di adempimento collaborativo. Si tratta del regime opzionale disciplinato dagli artt. da 3 a 7 del DLgs. 128/2015 che consente ai contribuenti di grandi dimensioni di instaurare con l’Agenzia delle Entrate un confronto costante per la prevenzione e la risoluzione delle controversie in materia fiscale, in un momento antecedente alla presentazione della dichiarazione.

Nello specifico, il provvedimento del 26 maggio 2017 definisce:
- i doveri dell’Agenzia delle Entrate e del contribuente;
- le modalità di svolgimento della procedura;
- le cause di esclusione e revoca;
- la competenza degli uffici per l’attività di controllo.

Si completa, in ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU