X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 11 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Abusiva l’assegnazione con locazione dell’immobile alla società «di partenza»

Il Fisco censura un’operazione «circolare» con la quale, di fatto, non si verifica una vera e propria estromissione del bene dal circuito d’impresa

/ Gianluca ODETTO

Venerdì, 28 luglio 2017

Dopo tre precedenti favorevoli, riguardanti rispettivamente la cessione di immobili effettuata dopo l’assegnazione (risoluzione n. 93 del 17 ottobre 2016) e la scissione seguita dalla trasformazione in società semplice della beneficiaria immobiliare (risoluzione n. 101 del 3 novembre 2016) o all’assegnazione di beni da parte della società scissa (risoluzione n. 98 del 26 luglio 2017), cade sotto la scure dell’Agenzia delle Entrate, che ne ha espressamente ravvisato il carattere abusivo, l’operazione di conferimento del ramo d’azienda industriale di una società di persone in una società di nuova costituzione, seguita dall’assegnazione ai soci dell’immobile residuo e dalla locazione dell’immobile stesso dai soci alla conferitaria newco.

L’operazione, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU