X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 25 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Notifica all’erede minorenne valida se ha accettato con beneficio di inventario

Secondo la Cassazione egli riveste pur sempre lo status di soggetto passivo d’imposta

/ Antonino RUSSO

Sabato, 21 ottobre 2017

x
STAMPA

download PDF download PDF

Interessante, sebbene di contenuto non innovativo, è la decisione della Corte di Cassazione n. 23394 del 6 ottobre 2017, sulla notifica dell’atto impositivo a un erede minorenne che ha accettato l’eredità con beneficio di inventario.

Il responso ha riguardato un avviso di accertamento IVA, IRPEF e IRAP notificato a un minore quale unico erede di un soggetto deceduto e concernente l’anno d’imposta 2001; a seguito del contenzioso creatosi dopo la notificazione di tale atto impositivo, la competente Commissione tributaria regionale accoglieva la domanda di annullamento, poiché non poteva ritenersi acquisita dal ricorrente, accettante con beneficio d’inventario, la qualità di erede, non risultando il perfezionamento dell’accettazione definitiva dell’eredità, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU