X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 25 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Dazio fino a cinque anni in caso di reato

/ Francesco D'ALFONSO

Venerdì, 2 febbraio 2018

L’art. 103 par. 1 del reg. Ue n. 952/2013 (CDU) dispone che un’obbligazione doganale non possa essere notificata al debitore dopo la scadenza del termine di tre anni dalla data in cui è sorta. Inoltre, laddove l’obbligazione doganale sorga a seguito di un atto che nel momento in cui è stato commesso era perseguibile penalmente, il menzionato termine di tre anni viene esteso da un minimo di cinque a un massimo di dieci anni, conformemente al diritto del singolo Stato membro. Conseguentemente, in quest’ultima ipotesi, la normativa unionale rinvia al legislatore nazionale la determinazione del termine di prescrizione, anche se individua, comunque, un termine finale (“decadenziale”) certo di prescrizione per l’azione di accertamento, fissando un limite

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU