X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 21 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Affiancamento di giovani professionisti ad amministratori giudiziari più esperti

È una delle indicazioni del CNDCEC sulla riforma del Codice Antimafia, in caso di nomina di più amministratori

/ Roberta VITALE

Martedì, 6 marzo 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il CNDCEC, nel documento “La riforma del codice antimafia: le problematiche applicative e il ruolo del professionista post riforma”, diffuso ieri, ha esaminato alcune delle principali novità della L. 161/2017 al Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione di cui al DLgs. 159/2011.

Il documento, a cura del Gruppo di Lavoro Antimafia – Area Funzioni giudiziarie e metodi ADR, costituisce un supporto di lavoro al commercialista nello svolgimento della funzione di custode-amministratore giudiziario, approfondendo le seguenti specifiche tematiche relative a tale figura: scelta e requisiti professionali, responsabilità civile e penale, rappresentanza legale, contenuto della relazione particolareggiata dell’amministratore giudiziario. Vengono, inoltre, esaminate alcune ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU