X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 ottobre 2021

FISCO

Quasi otto milioni di contribuenti «perdono» le detrazioni IRPEF

Tra gli incapienti anche soggetti con tre o più figli a carico. Miani (CNDCEC): «Per i carichi di famiglia bisogna lavorare sul versante dei trasferimenti»

/ Savino GALLO

Mercoledì, 18 aprile 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Quasi otto milioni di contribuenti italiani non riescono a sfruttare le detrazioni IRPEF per incapienza dell’imposta, lasciando sul tavolo, in termini di detrazioni perse, circa 7 miliardi e 250 milioni di euro.
Sono ancora i commercialisti, attraverso un ulteriore approfondimento d’analisi delle dichiarazioni dei redditi 2017 e 2016 (per i primi due capitoli, si vedano “Tre italiani su quattro sotto il 15% di prelievo IRPEF” del 4 aprile e “Addizionali IRPEF, la più «cara» nel Lazio” del 13 aprile), a tracciare il quadro degli “incapienti”.

All’interno di questa categoria di contribuenti, che include sia pensionati che lavoratori autonomi e dipendenti, si trovano i “totalmente incapienti”, ovvero quelli che non sfruttano un euro

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU