X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 23 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Monitoraggio degli acconti per il rinvio dell’IRI nel modello REDDITI PF 2018

I soci o gli imprenditori che hanno adottato il previsionale sono tenuti a darne evidenza nel rigo RS148

/ Massimo NEGRO e Simone SUMA

Lunedì, 28 maggio 2018

Nonostante l’applicazione del regime dell’imposta sul reddito d’impresa (c.d. IRI) sia stata rinviata di un anno dalla L. 205/2017, i soggetti che, nell’ottica di adottare le disposizioni di cui all’art. 55-bis del TUIR, non hanno corrisposto gli acconti IRPEF 2017 (o lo hanno fatto in misura insufficiente) sono tenuti ad alcuni adempimenti nel modello REDDITI PF 2018.

È opportuno ricordare che l’art. 55-bis del TUIR non disciplina gli obblighi di determinazione e di versamento degli acconti, tanto per la società (snc o sas) quanto per i soci (o per l’imprenditore individuale), per i quali occorre applicare la disciplina ordinaria.
Dunque, dalla prospettiva dei soci e dell’imprenditore individuale che hanno calcolato e versato gli acconti IRPEF ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU