X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Omessa indicazione del credito nel quadro RU con sanzioni al 30%

L’omessa indicazione del credito in dichiarazione potrebbe anche essere punita con la dichiarazione inesatta

/ Antonio NICOTRA

Lunedì, 9 luglio 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Può succedere che il contribuente dimentichi di indicare in dichiarazione un credito d’imposta regolarmente maturato e impiegato in compensazione con altre imposte. 
Il problema si complica se si tratta di crediti istituiti dalla legislazione speciale, da indicare tipicamente nel quadro RU, in quanto bisogna analizzare la disciplina, primaria e secondaria, che regola il funzionamento dello specifico credito.

L’errore non è di poco conto, se si considera che in alcune occasioni, pure in mancanza di espresse previsioni normative in tal senso, l’Amministrazione ha ritenuto “inesistente” il credito non esposto in dichiarazione, disconoscendolo anche nel più lungo termine (otto anni in luogo dei canonici quattro, ora cinque ex L. 208/2015) e comminando al contribuente ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU