X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 18 novembre 2018

Economia & Società

Inasprimento delle sanzioni nel disegno di legge anticorruzione

Proposta la causa di non punibilità per chi, prima della notizia di reato ed entro sei mesi dalla commissione del fatto, lo denuncia volontariamente

/ Maria Francesca ARTUSI

Giovedì, 6 settembre 2018

Il disegno di legge dedicato alle misure per il contrasto dei reati contro la Pubblica Amministrazione, che sarà portato oggi all’attenzione del Consiglio dei Ministri, prosegue nella strada del contrasto alle attività corruttive che negli ultimi anni ha portato a diverse riforme delle fattispecie penali, nonché alla previsione di una serie di strumenti anche di carattere preventivo e organizzativo.

Basti pensare alla imponente riforma operata dalla L. 190/2012 che, oltre a intervenire sui reati di corruzione e di concussione previsti nel codice penale, ha previsto l’introduzione – all’art. 2635 c.c. – del delitto di “corruzione tra privati” e ha contestualmente creato un complesso sistema di “compliance” per pubbliche amministrazioni ed enti partecipati, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU