X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 28 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

L’INPS recupera la NASpI per dimissioni senza giusta causa

Alla domanda di indennità il lavoratore deve allegare la documentazione che prova la volontà di difendersi in giudizio

/ Elisa TOMBARI

Lunedì, 8 ottobre 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’indennità NASpI è il trattamento di disoccupazione previsto dal DLgs. 22/2015 in sostituzione delle precedenti prestazioni di disoccupazione ASpI e MiniASpI, in relazione agli eventi di disoccupazione involontaria che si siano verificati a decorrere dal 1° maggio 2015.

L’accesso alla prestazione viene concesso all’interessato che ne faccia richiesta e che vanti, congiuntamente, almeno 13 settimane di contribuzione nei 4 anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione e almeno 30 giornate di lavoro effettivo nei 12 mesi precedenti, nonché lo stato di disoccupazione dovuto alla perdita involontaria della propria occupazione (art. 3 del DLgs. 22/2015).
Con riguardo a quest’ultimo requisito, la perdita del lavoro non si considera involontaria se il rapporto

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU