X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 18 febbraio 2019 - Aggiornato alle 6.00

Iniziative di Categoria

Il 7 febbraio a Napoli Forum sulle novità fiscali 2019

/ REDAZIONE

Mercoledì, 6 febbraio 2019

Fatturazione elettronica, flat tax, pace fiscale. Sono solo alcuni degli argomenti che verranno trattati nel corso del Forum sulle “Novità fiscali del 2019”, organizzato dall’ODCEC di Napoli e in programma domani, 7 febbraio (ore 9), nell’aula magna del Centro congressi “Federico II” (Via Partenope, 36).

“Criticità e punti di forza della legge di bilancio – ha spiegato Vincenzo Moretta, numero uno dei commercialisti napoletani, presentando l’evento – saranno al centro del dibattito con approfondimenti molto dettagliati sulla fatturazione elettronica, l’argomento più caldo di tutti, che ha sfaccettature sia tecniche che organizzative, e sulla possibilità per le imprese, anche in contabilità semplificata, di riportare in avanti le perdite. Vera novità, poiché sino all’anno scorso e storicamente ciò non è mai stato consentito”.

Altro tema centrale quello relativo alla pace fiscale, provvedimento che Francesca Giglio, Presidente della Commissione imposte dirette e indirette dell’ODCEC napoletano, valuta positivamente quantomeno nella parte in cui consente ai contribuenti che hanno ricevuto avvisi di accertamento e cartelle esattoriali, e che non sono riusciti a completare l’iter previsto dalla “rottamazione 1 e 2”, di “rimettersi in gioco”.

Maggiori perplessità, invece, sull’estensione del regime forfetario anche a “soggetti economici di medie dimensioni che hanno redditi significativi, ossia coloro i quali in un anno hanno incassato meno di 65 mila euro”. Sebbene la cosiddetta flat tax per le partite IVA rappresenti “un’apertura verso i contribuenti, tassandoli in maniera fissa con il 15%, potrebbe generare un nuovo grosso giro di nero nel Paese”.

All’evento, che prevede due tavole rotonde, prenderà parte anche Laura Castelli, Sottosegretaria all’Economia. Prenderanno la parola, tra gli altri, Dario Marano, Tenente colonnello del Comando Regionale Campania della Guardia di Finanza, Salvatore Giordano, Presidente dell’ODCEC di Salerno, Pasquale Saggese, esponente della Fondazione nazionale commercialisti, e Maurizio Leo, docente della Scuola Centrale Tributaria.

TORNA SU